City Band

NUOVE NORMATIVE APPARATI RADIO CB

Dal 24 luglio 2020 addio 12 Euro e autocertificazione

Gentili Appassionati,

buone notizie sul fronte della liberalizzazione, il nuovo DECRETO-LEGGE 16 luglio 2020 n. 76 all’art. 38 – Misure di semplificazione per reti e servizi di comunicazioni elettroniche ha abrogato i commi 3 e 4 dell’articolo 145, nonché l’articolo 36 ed il comma 2 dell’articolo 37 – allegato n. 25 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259 (Codice delle Comunicazioni).

Restano invariate le caratteristiche tecniche degli apparati radio e tutti gli apparati devono essere conformi alla Direttiva RED 2014/53/EU, quindi disporre di Dichiarazione di Conformità e manuali in italiano.

 

Definizione CB

L’espressione CB banda cittadina, spesso utilizzata anche nella versione inglese citizens’ band, identifica una banda di frequenze radio a 27 MHz, corrispondente a 11 metri di lunghezza d’onda, destinata all’uso privato collettivo.

Un pò di Storia

La citizens’ band nacque negli Stati Uniti come uno dei vari servizi radio regolamentati dopo il 1945 dalla Federal Communications Commission (FCC) per consentire ai cittadini di utilizzare una banda di frequenze radio per la comunicazione personale (ad esempio i modellini radiocomandati, le chiacchiere fra parenti ed amici, le piccole imprese).

Originariamente, la CB era stata permessa nel segmento 460-470 MHz della banda UHF, ed indicata come servizi A e B della banda cittadina. Viste le difficoltà tecniche nel produrre negli anni cinquanta un ricetrasmettitore UHF economico, l’11 settembre 1958 venne destinata una porzione di banda centrata attorno ai 27 MHz al servizio CB di tipo “D”: quello che sarebbe stato poi conosciuto universalmente come “CB”.

Le frequenze vennero recuperate riassegnando le frequenze destinate ai radiocomandi e la adiacente banda radioamatoriale degli 11 metri (che era compresa tra 26,96 e 27,23 MHz), poco utilizzata dai radioamatori. La banda venne quindi canalizzata ottenendo 26 canali, cinque dei quali vennero utilizzati per i radiocomandi, ed aggiungendo un ulteriore canale, il 23, centrato a 27,255 MHz.

Anche in Italia nella seconda metà degli anni sessanta la CB ebbe il suo momento di grande successo dovuta all’importazione di apparecchi a transistor tipo importati dagli Stati Uniti. Nonostante fossero vietati e perseguibili la diffusione fu rapidissima.

Visto l’enorme successo del sistema, altri Stati successivamente permisero l’utilizzo di sistemi simili, sia come uso della frequenza, che come tipo di apparati utilizzabili che per il tipo di regolamentazione, come per esempio il General Radio Service in Canada.

Canali Europa (CEPT – PR27) / USA (FCC – CBRS).

Canale Frequenza Canalizzazione
1 26,965 MHz 10 kHz
2 26,975 MHz 10 kHz AM ⇒ SSRMN (Servizio Segnalazioni Radio MeteoNuvola)FM ⇒ Roulotte, Camping Car
3 26,985 MHz 10 kHz AM ⇒ Prepping / Sopravvivenza
4 27,005 MHz 10 kHz
5 27,015 MHz 10 kHz AM ⇒ Autotrasportatori, CamionistiFM ⇒ Scouts
6 27,025 MHz 10 kHz
7 27,035 MHz 10 kHz
8 27,055 MHz 10 kHz FM ⇒ Monitor Radio Club dello Stretto
9 27,065 MHz 10 kHz FM ⇒ Sicurezza ed Emergenza
10 27,075 MHz 10 kHz
11 27,085 MHz 10 kHz
12 27,105 MHz 10 kHz
13 27,115 MHz 10 kHz
14 27,125 MHz 10 kHz
15 27,135 MHz 10 kHz
16 27,155 MHz 10 kHz FM ⇒ 4×4 (4×4 = 16)AM / FM / SSB ⇒ CB Montano
17 27,165 MHz 10 kHz
18 27,175 MHz 10 kHz
19 27,185 MHz 10 kHz AM / FM ⇒ Chiamata Generale
20 27,205 MHz 10 kHz
21 27,215 MHz 10 kHz
22 27,225 MHz 10 kHz
23 27,255 MHz 10 kHz
24 27,235 MHz 10 kHz
25 27,245 MHz 10 kHz
26 27,265 MHz 10 kHz
27 27,275 MHz 10 kHz .
28 27,285 MHz 10 kHz
29 27,295 MHz 10 kHz
30 27,305 MHz 10 kHz
31 27,315 MHz 10 kHz
32 27,325 MHz 10 kHz
33 27,335 MHz 10 kHz
34 27,345 MHz 10 kHz
35 27,355 MHz 10 kHz
36 27,365 MHz 10 kHz
37 27,375 MHz 10 kHz USB ⇒ Prepping / Sopravvivenza
38 27,385 MHz 10 kHz
39 27,395 MHz 10 kHz
40 27,405 MHz 10 kHz